Immersioni Tadjoura e Ghoubbet

La Petit Passe
Distanza dalla Costa sottocosta
Corrente garantita
Sito Esterno reef sommerso margine isola
Visibilità Media da bassa a media
Sito Sommerso medio - circolare
Difficoltà Media molto impegnativa
Inizio Immersione parete rocciosa
Interesse pesce pelagico e stanziale, alcionari
Versante est
Pelagici carangidi, tonni
Profondità media e max da 12 a 35 metri
Notturna no
Ora Migliore in base a tabella maree
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
L’immersione de la Petit Passe potrà essere effettuata soltanto in condizioni di corrente entrante e quindi con l’ausilio della tabella delle correnti. L’immersione verrà effettuata a ridosso dell’isola di Abu Maya collocata al centro della passe che divide il Golfo di Tadjoura da quello del Ghubbet el Kharab.

PIANO IMMERSIONE
Raggiunto il versante est e verificata con molta attenzione le condizioni della corrente, ci si tuffa in acqua per raggiungere il pianoro posto a circa 10 metri di profondità. Superato il pianoro ci si trova sulla caduta esterna che raggiunge la massima profondità a circa -35 metri. La parete è composta da grossi blocchi lavici ammassati uno sopra l’altro. Una forte corrente favorevole ci investe per trascinarci a tutta velocità lungo la parete sulla nostra sinistra. Banchi di carangidi, pomacathus, grosse cernie, dentici, platax e miriadi di fucilieri sono attori di questa immersione dove il subacqueo può soltanto osservare impotente trascinato a tutta velocità dalla forte corrente. sarà fondamentale mantenersi ridossati il più possibile alla parete in quanto le correnti imprevedibili possono proiettarci in mare aperto in una frazione di secondo e a quel punto ci troveremo senza nessuna possibilità di rientrare. Il punto maggiormente a rischio è il corner esposto a nord dove si incontra una corrente che butta alll’interno del golfo. L’immersione termina sul versante nord dove si incontra un ampio plateau, a circa 10 metri, ricco di madrepore ad ombrello, filari di gorgonie e molto pesce di reef tra cui banchi di grugnitori nascosti sotto le rocce e grosse cernie. Come per la quasi totalità delle immersioni in questa area, la visibilità è ridotta e questo dovrà aumentare ulteriormente l’attenzione. L’immersione della Petit Passe è consigliabile soltanto a subacquei esperti. Indispensabile l’utilizzo del pedagno. Questa immersione è sicuramente tra le più affascinanti che si effettuano nel golfo del Goubbeth.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi