Immersioni Tadjoura e Ghoubbet

La Faglia
Distanza dalla Costa sottocosta
Corrente nulla
Sito Esterno margine isola
Visibilità Media da bassa a media
Sito Sommerso faglia stretta - allungata
Difficoltà Media semplice
Inizio Immersione in corrispondenza di spiaggia
Interesse faglia
Versante sud est
Pelagici no
Profondità media e max da 10 a 35 metri
Notturna no
Ora Migliore ore centrali
Snorkelling no

DESCRIZIONE GENERALE
A ridosso de la baie du Lac Salè, circondati da uno spettacolare panorama dove le montagne racchiudono tutta la magia di questo luogo simile ad un paesaggio lunare ci s’immergerà all’interno di una faglia tettonica sommersa. La dorsale continentale esterna che ha inizio nel cuore dell’Africa termina proprio qui sull’altopiano di Gibuti per poi proseguire sott’acqua. Si incontra una piccola isola piatta composta di blocchi di magma, sul suo versante sud est, quello rivolto verso il mare aperto, è presente una piccola spiaggetta che è il riferimento per la discesa in acqua.

PIANO IMMERSIONE
Alla profondità di 8 metri si incontra una prima faglia che si sviluppa in orizzontale per una lunghezza di circa 50 metri. La stretta spaccatura permetterà il passaggio ad un solo subacqueo per volta. Il canale raggiunge la sua massima profondità intorno ai -25 metri ed è ostruita in due punti da grossi massi che ne limitano ulteriormente il passaggio. Sarà fondamentale nuotare mantenendosi alti in modo da non sollevare sabbia dal fondo che comprometterebbe la visuale a chi segue. Poco dopo l’entrata si incontra un primo masso a circa -20 metri di profondità che verrà scavalcato, grossi cespugli di corallo nero sono attaccati alla parete. Dopo circa una ventina di metri si incontra un secondo blocco roccioso e subito dopo l’uscita in mare aperto. Una volta si incontra un esteso pianoro. Seguendo la parete del pianoro sulla sinistra, ci imbatteremo in una seconda faglia composta da due canali; il primo è sicuramente quello più interessante che scende fino a circa -12 metri per poi trovarsi di fronte una stretta spaccatura verticale attraverso la quale filtrano i raggi di luce. La seconda faglia scende fino a 30 metri di profondità. Superata la spaccatura verticale ci si trova proiettati verso l’esterno dove si incontrano moltitudini di blocchi lavici e una incredibile quantità di pesce tra cui dentici, orate e fucilieri. Questa immersione che non offre sicuramente le emozioni delle classiche immersioni subacquee, regalerà agli amanti del mare un’occasione unica e irripetibile. Immergersi all’interno di una faglia tettonica.

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi