LADAK sul tetto del mondo

Il Ladakh, una delle ultime roccaforti della vita, cultura della religione buddista tibetana, un altopiano che giace nel cuore della grande catena Himalayana. Raggiungeremo il Ladakh dal Kashmir, favolosa terra di confine. In compagnia di GIOVANNI MICELI

MANDA RICHIESTA
15 - 28 giugno 3.980 €

juleyLADAKH
monasteri e montagne sul tetto del mondo
dal 15 al 28 giugno
quota base 3.980
con Giovanni Miceli

Il Ladakh o “Piccolo Tibet” come viene comunemente chiamato è un altopiano racchiuso dalla catena del Karakorum e da quella Himalayana. Da quando il Ladakh ha aperto le sue porte negli anni Settanta, i suoi picchi innevati, i chiari cieli azzurri e i panorami rocciosi sulle friabili montagne dalle quali scendono tortuosi fiumi blu, hanno attirato viaggiatori intrepidi ed avventurosi. Nelle valli, il verde degli appezzamenti coltivati ad orzo risalta dal grigiore delle rocce che dominano in alto. I monasteri Buddisti come vedette su queste rocce, controllano che la vita in basso trascorra serenamente, rimanendo intaccabili dallo scorrere del tempo e dalla vanità umana. La trasparenza e la leggerezza dell’aria fanno volare le bianche nuvole trasportate dallo stesso vento che porta in alto le Lung-Ta,  semplici pezzi di stoffa colorati sui quali vengono stampati i mantra. Le stesse preghiere vengono ripetute da anziane e fedeli tibetani dal viso bruciato dal sole, fedeli che recitano i mantra girando la “ruota delle preghiere” o facendo le genuflessioni di fronte al Buddha nella speranza prima o poi di poter tornare nel loro amato Tibet. Lo stesso XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso viene qui in Ladakh a riproporre I propri insegnamenti.

“Siamo solo visitatori su questo pianeta. Staremo qui per cent’anni al massimo. Durante questo periodo dobbiamo cercare di fare qualcosa di buono, qualcosa di utile, con le nostre vite. Se si contribuisce alla felicità di altre persone, si trova il vero senso della vita “.

 

15 giugno ITALIA – DELHI volo
16 giugno DELHI – SRINAGAR volo interno
17 giugno SRINAGAR
18 giugno SRINAGAR
19 giugno SRINAGAR – DRASS - KARGIL
20 giugno KARGIL – LAMAYURU – ALCHI
21 giugno ALCHI – BAGSO – LEH
22 giugno LEH – THIKSEY – HEMIS - LEH
23 giugno LEH – CHANG LA – PANGONG TSO
24 giugno PANGONG TSO – DISKIT – NUBRA VALLEY
25 giugno NUBRA VALLEY – TURTUK – NUBRA VALLEY
26 giugno NUBRA – VALLEY – KARDUNG LA -   SHANTI STUPA - LEH
27 giugno LEH – DELHI volo interno
28 giugno DEHLI – ITALIA volo

OPERATIVI AEREI
Emirates da Milano
15 GIUGNO Malpensa - Dubai  14.05 - 22.10  
16 GIUGNO Dubai - Delhi  03.55 - 09.05   
28 GIUGNO Delhi - Dubai  11.00 - 13.00   
28 GIUGNO Dubai - Malpensa  15.45 - 20.30   



QUOTA COMPRENDE
Volo Emirates da Milano
Tasse aeroportuali
Voli interni Delhi – Srinagar e Leh - Delhi
Assistenza all’arrivo e partenza
Tutti I trasferimenti per/da l’aeroporto.
Sistemazione negli hotel in camera doppia H/B
Tutte le entrate dei monumenti indicati
Auto privata con autista dedicata per tutto il tour
Tour leader italiano con minimo 9 iscritti
Guide locali parlanti inglese
Visita al Dal Lake
Permesso Inner Line
1 pranzo Kashmiri
1 pranzo Ladakhi
Tutte le tasse presenti

QUOTA NON COMPRENDE
Assicurazione annullamento 110 euro
Visto consolare online circa 25 usd (da ottenere individualmente)
Pranzi e bevande non indicate
Cassa comune

 
SUPPLEMENTO
camera singola 675 euro

 1° GIORNO  15 giugno ITALIA - DELHI
Partenza dall'Italia con volo per Delhi via Dubai. Pernottamento a bordo.

2° GIORNO  16 giugno DELHI - SRINAGAR
Arrivo a Delhi la mattina presto e volo in connessione per Srinagar. Oggi, dopo l'arrivo all'aeroporto di Srinagar, un nostro rappresentante verrà a prendervi e vi assisterà nel trasferimento alla vostra casa galleggiante. L'intera giornata è a disposizione.
Più tardi, in serata, vi porteremo a fare un giro di un'ora in shikara sul lago Dal, famoso in tutto il mondo, per godere della bellezza di questa città, spesso paragonata a Venezia. Potrete ammirare alcuni luoghi molto interessanti intorno al lago. Potrete fare shopping di souvenir locali nel vicino mercato o semplicemente rilassarvi e ammirare la bellezza incontaminata del lago Dal.
Cena e pernottamento in casa galleggiante a Srinagar.

3° GIORNO  17 giugno SRINAGAR
Oggi, dopo la prima colazione, vi porteremo ai famosi giardini Mughal di Nishat (giardino del piacere) e Shalimar (dimora dell'amore). Il Nishat gode di una magnifica vista sul lago e sulla catena innevata di Pir Panchal a ovest della valle. Successivamente visiteremo Chashma Shahi detta la Sorgente Reale, fu costruita da Shah Jahan nel 1632 d.C. Si trova a 9 km dal centro della città ed è famosa per la sorgente di acqua digestiva rinfrescante, fresca e frizzante. A due chilometri in salita da Cheshma Shahi si trova il Pari Mahal (palazzo delle fate) e una scuola di astrologia fondata dal principe Dara Shikoh. Il Tempio di Shankracharya, fatto di antiche pietre grigie, adorna la collina di Shankaracharya, fittamente boscosa. In passato era conosciuto come il Trono di Salomone, ma è stato rinominato in onore di un santo che predicò qui l'illuminazione nel 750 d.C.. Dedicato al Signore Shiva, questo tempio può essere raggiunto in 10-15 minuti di camminata. Dopo aver offerto preghiere al Signore Shiva, si può godere di una vista mozzafiato del luogo.
Cena e pernottamento in casa galleggiante a Srinagar.

4° GIORNO  18 giugno SRINAGAR
Oggi ci si alza presto, intorno alle 5 del mattino, e dopo il tè/caffè mattutino si va al mercato galleggiante del lago Dal per vivere un'esperienza surreale. Questo mercato galleggiante colorato, è un paradiso per i fotografi. Bisogna arrivare al mattino presto per assistere al vivace scambio di prodotti locali.  Gli orti galleggianti nelle zone umide naturali di Srinagar sono la principale fonte di coltivazione di ortaggi, che vengono poi venduti sulle barche shikara galleggianti sul lago. Si torna alla casa galleggiante per la prima colazione e poi si parte per un giro turistico locale di un'intera giornata a Srinagar. Il Kashmir è una terra con una storia spirituale ricca, evidente nei numerosi santuari costruiti dai seguaci del buddismo, dell'induismo e dell'islam. Questi luoghi sacri non solo contribuiscono alla bellezza pittoresca della regione, ma conferiscono al Kashmir uno spessore culturale unico che non ha eguali nel mondo. Dopo la colazione, vi accompagneremo in una passeggiata indimenticabile attraverso il mondo spirituale, culturale e artistico di Srinagar.
Il primo punto della nostra lista è la Jamia Masjid, una moschea in stile architettonico indo-saraceno e una delle moschee più popolari e venerate di Srinagar.  Con uno splendido cortile e 370 grandi pilastri in legno, l'edificio è davvero maestosoÈ stata ristrutturata più volte nel corso degli anni e rimane tuttora una popolare destinazione turistica.
Vi porteremo poi a Roza Bal.  Situata nel centro di Srinagar, la tomba ricevette un'attenzione mai vista prima nel 1899, quando Mirza Ghulam Ahmad, il fondatore del movimento Ahmadiyya, affermò che questa tomba apparteneva a Gesù Cristo, di cui scrisse ampiamente nel suo libro Masih Hindustan-mein (Gesù in India).
La prossima tappa di oggi sarà il mercato di Maharaj Ganj, il luogo ideale per acquistare souvenir: che si tratti di qualcosa di classico e antico o di prodotti freschi, questo mercato offre di tutto. E’ pieno di venditori di verdure, frutta secca, ricami, tè, spezie, gioielli e oggetti di rame unici.
Successivamente, visiteremo Khanqah-e-Moula, uno dei siti religiosi più importanti di Srinagar. Si trova sulla riva del fiume Jhelum nella città vecchia ed è considerata la prima moschea costruita a Srinagar.
Infine, visiteremo Hazratbal. Conosciuto come il santuario più sacro del Kashmir, Hazratbal è il luogo in cui è conservato un capello del Profeta Maometto. Il capello è anche chiamato "la reliquia”. I capelli sacri del Profeta vengono esposti al pubblico in determinate occasioni, come il compleanno del Profeta.
Cena e pernottamento in casa galleggiante a Srinagar.

5° GIORNO  19 giugno SRINAGAR – DRASS - KARGIL
Dopo la prima colazione e il check-out dall'hotel, iniziate il vostro viaggio lungo i 434 km dell'autostrada Srinagar - Leh, nota anche come National Highway. È la più affidabile e una delle due uniche vie per raggiungere Leh su strada. In genere, i viaggiatori o gli amanti dell'avventura di tutto il mondo sognano di intraprendere questo viaggio su strada d percorrendo entrambe le strade che collegano Leh - Ladakh al resto dell'India. Oltre a essere famosa per i suoi incantevoli panorami, questa autostrada riveste un'importanza strategica per l'India. L'autostrada costeggia il fiume Indo e attraversa terreni estremamente aspri e brulli, tra cui i tre passi di alta montagna Zozi La (3528 metri), Namki La (3815 metri) e Fotu La (4108 metri). Attraversate Drass (famoso per essere il secondo luogo abitato più freddo al mondo) e poi il possente Passo Zoji-la (3.505 m), spesso chiamato il “papà dei passi”, per raggiungere Kargil. All'arrivo a Kargil visita del mercato locale.
Cena e pernottamento in hotel a Kargil.

6° GIORNO  20 giugno  KARGIL – LAMAYURU – ALCHI
Si parte in direzione della Valle di Aryan. I cinque villaggi principali della regione sono Dah, Hanu, Biama, Garkon e Darchik. Per visitare questi villaggi Brokpa i visitatori devono ottenere un permesso per la linea interna. I villaggi hanno una popolazione sia buddista che musulmana. I residenti di Dah Hanu sono noti soprattutto come razza indo-ariana. I Dard di Dah e Hanu hanno un aspetto indoeuropeo con zigomi alti e lineamenti affilati. Il loro aspetto è molto diverso da quello degli altri ladakhi. Dopo aver trascorso un po' di tempo nella valle di Aryan, visiteremo il monastero di Mulbekh, che si ritiene sia stato costruito circa 800 anni fa. Il monastero è composto da due gompa ed è raggiungibile attraverso un ripido sentiero. La statua di Maitreya Buddha, alta circa 30 metri e scolpita su un'enorme lastra di pietra, si affaccia sull'autostrada Leh-Kargil. Nelle immediate vicinanze della statua si trovano antiche iscrizioni e un editto del re Lde, rivolto alla popolazione locale, che invita ad abbandonare la pratica del sacrificio delle capre.  
In seguito, visiteremo il monastero di Lamayuru, uno dei più antichi del Ladakh. Lamayuru si trova circa 100 km prima di Leh, subito dopo il Fotu la, il passo più alto dell'autostrada Srinagar Leh. Un paesaggio particolare (Moon Land) è chiamato così perché si dice che i paesaggi qui siano simili a quelli della luna.  Dopo aver visitato questo splendido monastero, ci dirigeremo verso Uley, un piccolo villaggio vicino al monastero di Alchi. Cena e pernottamento in hotel ad Alchi.

7° GIORNO  21 giugno  ALCHI – BASGO – LEH
La nostra guida conosce i monaci e porterà il gruppo al monastero di Alchi per assistere alle preghiere del mattino presto. Passando accanto a una serie di chorten, si raggiunge il pittoresco villaggio di Alchi. È una passeggiata affascinante che si snoda tra le case del villaggio e gli alberi di albicocche, con l'acqua incanalata che gorgoglia mentre ci si avvicina al monastero DharmaChakra. Più tardi visiteremo il Likir Gompa, che sovrasta l'omonimo villaggio. La strada di 5 km completa un mezzo cerchio che conduce alla cima e offre una splendida vista del gruppo di edifici bianchi e severi e della statua dorata del Buddha costruita di recente che si protende verso il cielo. Fondato nell'XI secolo sotto la direzione dei monaci tibetani, fu preso in consegna dall'ordine Gelugpa nel XV secolo.
La tappa successiva è il Monastero di Basgo, situato a 40 km da Leh, costruito in cima a una montagna che domina le rovine dell'omonima città. Il monastero è composto dalla cittadella di Basgo e da tre templi.  Il più grande, Chamba Lhakhan, è costruito in alto sulla collina ed è accessibile solo tramite una rampa di scale. Il tempio ospita una statua di Maitreya Buddha, alta 15 metri e dorata in rame con splendidi dipinti celestiali.
La prossima tappa sarà Sangam, situata a Nimmu sull'autostrada Leh-Srinagar, è la confluenza dei fiumi Indo e Zanskar. Il fiume Zanskar è di colore blu brillante, mentre l'Indo ha un aspetto leggermente verde. Il panorama è a dir poco miracoloso.
L'ultima tappa del viaggio di oggi sarà il monastero di Spituk, a 8 km da Leh, che si erge imponente sulla cima di una collina da cui si gode di una vista panoramica sulla Valle dell'Indo. Questo Gompa del XV secolo ospita interessanti icone e ringraziamenti del Signore Buddha. Il Gompa ospita anche una collezione di maschere e armi antiche e un'impressionante immagine di Mahakaal. Il volto di Kali è tenuto coperto e viene rivelato solo in occasione della funzione annuale che si tiene ogni anno a gennaio.
Cena e pernottamento a Leh.

8° GIORNO  22 giugno LEH – SHEY – HEMIS – LEH
La nostra guida porterà il gruppo al monastero di Thiksey per partecipare alle preghiere del mattino. Il Thiksey Gompa si trova vicino a Shey e dista circa 17 km da Leh. Questo monastero è considerato uno dei più belli del Ladakh e appartiene all'ordine dei Gelukspa. Il monastero di Shey invece dista circa 15 km da Leh. Un tempo era il palazzo estivo dei re del Ladakh. Intorno al palazzo sono stati costruiti numerosi stupa e gompa. Una delle principali attrazioni di Shey è la statua di Shakyamuni Buddha di 12 metri. Il monastero di Hemis infine si trova a circa 45 km a sud di Leh. È uno dei monasteri più famosi e più grandi di tutta la regione. Questo bellissimo monastero appartiene all'ordine Drukpa e fu fondato all'inizio del XVII secolo.
Cena e pernottamento a Leh.

9° GIORNO  23 giugno LEH – PANGONG TSO
Dopo la colazione, ci dirigeremo verso il lago Pangong. Lungo la strada, visiteremo il monastero di Shachukul per assistere al loro festival annuale. Il festival segna la vittoria del bene sul male; i monaci che indossano cappelli neri eseguono la danza del bene. Il capo distribuisce poi una torta sacrificale chiamata "argham". Tutto il villaggio partecipa ai programmi. Raggiungeremo poi il lago in serata.  Il Pangong Tso è uno dei laghi più sorprendenti dell'Asia, che cambia colore anche quattro volte al giorno. L'acqua è più limpida, anche se salata e cambia letteralmente tonalità con la luce del sole. Il lago Pangong è largo in media circa 4 km e lungo almeno 136 km. L'estensione della parte conosciuta è quindi di circa 400 km quadrati.
Cena e pernottamento a Pangong.

10° GIORNO  24 giugno PANGONG TSO – DISKIT – NUBRA VALLEY
Inizia il viaggio panoramico verso la Valle di Nubra. Questo percorso segue il fiume Shyok fino al villaggio di Agham. Durante il percorso dovrete attraversare i corsi d'acqua. Fermatevi al villaggio di Shyok per uno spuntino e proseguite verso la valle di Nubra. La valle di Nubra è conosciuta come Ldorma o valle dei fiori. Si trova a nord del Ladakh, tra le catene del Karakoram e dell'Himalaya. Arrivo a Hunder e check-in in hotel. In seguito, potrete fare un giro in cammello sulle dune di sabbia.  Come un'oasi in mezzo al freddo deserto, le dune di sabbia di Hunder sono situate ad un'altitudine di 4.000 metri, il deserto è attraversato da un ruscello e dalla splendida campagna. Le dune ospitano i cammelli batriani, protagonisti dell'antica via della seta, e le capre pashmina.
In seguito, visita al villaggio di Diskit: l'imponente statua di Maitreya Buddha, alta 32 metri, è visibile da lontano non appena si entra nella regione. Arroccata su una collinetta, rivolta verso il fiume Shyok in direzione del Pakistan, Maitreya Budhha è stata costruita nel 2006 tenendo conto di tre obiettivi: proteggere il villaggio di Diskit, prevenire ulteriori guerre con il Pakistan e promuovere la pace nel mondo. La statua è stata inaugurata dal Dalai Lama nel 2010. L'imponente e colorata immagine, nota anche come Jampa, è montata su una grande sala che conserva un enorme tamburo e una collezione di statue e letteratura buddista. All'interno della sala si possono ammirare le statue di Shakyamuni Buddha e di Guru Rimpoche.
Cena e pernottamento a Nubra.

11° GIORNO  25 giugno NUBRA VALLEY – TURTUK – NUBRA VALLEY
Partenza per Turtuk (aperto per la prima volta ai turisti nel 2010), un luogo annesso all'India solo dopo la guerra del 1971. Il villaggio, interamente musulmano, assomiglia ancora a un piccolo Pakistan. Gli abitanti del villaggio usano ancora utensili tradizionali realizzati in pietra. Esploreremo Turtuk, che offre una vista su una splendida valle, parte della Shyok Valley. Nelle giornate più limpide è possibile scorgere la vetta del K2, situata oltre il confine con il Pakistan. Geograficamente, Turtuk si trova nella regione del Baltistan ed è uno dei quattro villaggi di questo tipo in India, gli altri tre sono Tyakshi, Chalunkha e Thang. Gli abitanti di Turtuk e dei villaggi adiacenti parlano la lingua balti.
E’ l'ultimo avamposto dell'India a Thang, dopo il quale inizia il Gilgit-Baltistan controllato dal Pakistan.  E’ molto famosa per la disponibilità di diverse varietà di frutta, soprattutto albicocche, e per i suoi manufatti.
Cena e pernottamento nella Valle di Nubra.

12° GIORNO  26 giugno NUBRA VALLEY – KHARDUNG LA – LEH
Check-out dall’hotel e ritorno a Leh via Khardung La.  Durante il tragitto, visita alle sorgenti di acqua calda sulfurea di Panamik.  Mentre ci sono altre famose sorgenti di acqua calda in tutto il Paese, questo è l'unico "villaggio di sorgenti calde" in India. L'acqua contiene elevate quantità di zolfo e si ritiene che abbia molte proprietà medicinali. Molti turisti e abitanti del luogo si immergono, nonostante sia piuttosto calda, perché si dice che curi le malattie della pelle e i reumatismi. Sulla via del ritorno vi porteremo allo Shanti Stupa e al Palazzo di Leh.
Lo Shanti Stupa è uno stupa buddista a cupola bianca (chorten) situato nel distretto di Leh. È stato costruito nel 1991 dal buddista giapponese Gyomyo Nakamura nell'ambito della missione Peace Pagoda. Custodisce alla base le reliquie del Buddha ed è diventato un'attrazione turistica non solo per il suo significato religioso, ma anche per la sua posizione che offre una vista panoramica sul paesaggio circostante.
Il Palazzo di Leh è un ex palazzo reale. Modellato sul Palazzo Potala di Lhasa, in Tibet, il palazzo fu costruito dal re Sengge Namgyal nel XVII secolo. È alto nove piani; i piani superiori ospitavano la famiglia reale, mentre i piani inferiori ospitavano stalle e magazzini.
Cena e pernottamento in hotel.

13° GIORNO  27 giugno LEH – VOLO SU DELHI
Dopo la colazione in hotel, check out e trasferimento all'aeroporto di Leh per il viaggio di ritorno su Delhi. Arrivo a Delhi e trasferimento in hotel.
Cena e pernottamento in hotel

14° GIORNO  28 giugno VOLO PER ITALIA
Dopo colazione trasferimento all’aeroporto di Delhi per volo Emirates per Milano, via Dubai. Arrivo a Malpensa in serata


VISTO CONSOLARE Per l’ottenimento del visto per l’india sono necessari: il passaporto valido per i successivi sei mesi dalla data di ritorno del viaggio con due pagine libere e 2 fototessera a colori formato 5 cm x 5 cm su sfondo chiaro, il modulo dell’Ambasciata dell’India debitamente compilato on line almeno 30 gg prima della partenza. Potrete affidare a noi la pratica oppure, da aprile 2017 si può utilizzare comodamente la procedura del visto online “on arrival” https://indianvisaonline.gov.in/evisa/tvoa.html
Vedi allegato foglio istruzioni.

VACCINAZIONI Nessuna vaccinazione è obbligatoria. Consigliamo di consultare il proprio medico o l'ufficio d'igiene sulla necessità di effettuare vaccinazioni o profilassi del caso.  E’ comunque opportuno controllare per tempo se è stata acquisita una corretta immunizzazione contro epatite, tifo e tetano.

MEDICINALI Medicinali abituali d’uso corrente come pronto soccorso: disinfettanti intestinali, antidiarroici, fermenti lattici, aspirine, antidolorifici, antibiotici, cerotti, disinfettante, garze sterili, cerotti da sutura. Medicinali salvavita per uso personale.
Amuchina per detergersi le mani (salviettine o liquida), repellenti per insetti, crema antistaminica, materiale per l’igiene personale (si consiglia un asciugamano personale), crema solare e burro cacao. Nel caso specifico del Ladakh si raggiungono altitudini che superano stabilmente i 3500 metri, pertanto è necessario consultare il vostro medico personale, specialmente nel caso di problemi cardiaci, di pressione ed emicrania. Il vostro medico saprà consigliarvi le migliori precauzioni da assumere e le eventuali pastiglie per lenire i disturbi dovuti all’altitudine.

ABBIGLIAMENTO Si consiglia un abbigliamento leggero e comodo: pantaloni di cotone anche da trekking, camicie e magliette (meglio con maniche lunghe), un pile, una felpa o un pullover (necessario per l'aria condizionata negli alberghi, in aeroporto e in bus durante i trasferimenti; gli indiani la usano in modo sconsiderato). Scarpe comode da trekking, sandali per camminare, chiusi dietro. Necessari i calzini per entrare nei templi (dove è obbligatorio togliersi le scarpe). Quando si entra nei templi bisogna indossare abiti non troppo succinti ed evitare pantaloni corti. Si consiglia inoltre di portare: occhiali da sole, copricapo anche di lana, guanti in pile, una giacca tecnica impermeabile (per eventuali improvvisi acquazzoni e vento).

COMUNICAZIONI Il prefisso telefonico internazionale per l’India è 0091, più il prefisso urbano senza 0 seguito dal numero. Quello per l’Italia è 0039 più il prefisso urbano con lo 0 seguito dal numero. Negli alberghi è possibile telefonare direttamente o tramite operatore. E’ più conveniente fare le telefonate dagli uffici privati presenti ovunque che espongono l’insegna STD-ISD a prezzi decisamente inferiori.
In Ladakh funzionano solo poche SIM locali, è pressochè inutile acquistare una SIM indiana. Meglio usare sempre i telefoni fissi. Internet non è ancora molto diffuso. In genere gli alberghi offrono servizio internet a pagamento ma la velocità è generalmente molto lenta. Poco diffuso il WIFI fuori da Leh. Per urgenze si potrà usare il cellulare della nostra guida/autista.

FUSO ORARIO 4 ore e mezzo tra l’Italia e l’India, che si riducono a 3 e mezzo quando in Italia è in vigore l’ora legale.
VALUTA Rupia Indiana (INR), accettati Euro e USD. Per il cambio in loco si possono prelevare direttamente Rupie anche dagli atm (bancomat) nelle città (in Ladakh solo a Leh). Verificare con la propria banca se le relative carte di credito/debito sono “sbloccate” in India. Al 25 agosto 2017: 1 euro = 73 rupie circa.

CLIMA Elevata escursione termica tra giorno e notte con differenze fino a 10°-15° gradi. In genere ad agosto a Leh le temperature minime si attestano sui 10-12 gradi, le massime dai 20 ai 25 gradi con il sole. Nei passi più alti, con brutto tempo le temperature possono calare fino a 0° gradi. Il tasso di umidità può essere elevato a Delhi, secco in Ladakh. I mesi migliori per visitare il Ladakh vanno dalla fine di maggio ai primi di ottobre.

TRASFERIMENTI Spostamenti effettuati a bordo di un pulmino privato Tempo Traveller da 9 posti con autista esperto e in Ladakh in comodi ma più agili van Toyota Innova (4+2 posti). Le strade non sono sempre asfaltate. Ma in India la vita si svolge per strada, spostarsi quindi è sempre fonte di sorprese e incontri inaspettati.

CUCINA E BEVANDE Il cibo sarà quello tipico indiano, quindi speziato e a volte piccante a base di riso e verdure. Negli hotel la cena è servita prevalentemente a buffet, quindi potrete scegliere e assaggiare quello che più vi ispira. Si consiglia di evitare di mangiare verdure crude e frutta non sbucciata. Bere solo acqua in bottiglie chiuse e non aggiungere ghiaccio nelle bevande

ACQUISTI Fare shopping in India è una vera e propria arte, e anche un vero piacere. Intrattenetevi con i commercianti dei vari negozietti che affacciano sulle stradine, troverete moltitudini di oggetti, pietre preziose e semipreziose, vasellame, borse, dipinti, miniature e tessuti per tutti i gusti. Contrattare è d’obbligo.

VOLTAGGIO Sempre 220-230V, le prese sono triangolari con la terra nel vertice alto, comunque l’interasse dei 2 poli fase/neutro è compatibile con le nostre spine a 2 poli.

FOTOGRAFIA E VIDEO
Consigliato rifornirsi in Italia di tutto il materiale occorrente: pile, flash, schede di memoria non sono facilmente reperibili.
In genere nei templi e monumenti non è richiesto ancora il pagamento per la macchina fotografica mentre per la videocamera il costo varia da INR 200 -300, circa 4 euro.

CASSA COMUNE Per spese di gruppo come mancia ai capi villaggio, permessi fotografici e altre piccole spese si istituirà una cassa comune che verrà richiesta ad ogni partecipante a inizio viaggio e gestita dal capo spedizione. Cifra prevista di 50 € per persona.

MANCE Negli alberghi e nei ristoranti frequentati dai turisti la mancia è una consuetudine. Tutte le persone che vengono a contatto con i turisti si aspettano di ricevere una mancia (i facchini degli hotel si aspettano una mancia tra 5 e 10 rupie a persona). Nei locali più piccoli, la mancia non è obbligatoria, ma comunque gradita, ed è sufficiente lasciare qualche rupia. A fine tour si lascerà una mancia ad autisti e guide, il cui importo è proporzionale agli stipendi percepiti in India ed alla qualità del servizio prestato.
Consigliamo una quota di 50 euro, sempre in base alla propria soddisfazione.

giovanni miceli
Sono nato in provincia di Milano, ma mi piace pensare che siamo tutti cittadini del mondo. Ho studiato psicologia e pianoforte classico, che ho insegnato per molti anni.
Nel “secondo atto” della mia vita ho avuto la fortuna di potermi dedicare a viaggiare e far viaggiare.
Credo che il viaggio sia la migliore scuola di vita, per tutte le età.
La mia seconda casa è l’Etiopia dove ho fondato la Onlus Barjo Imè per aiutare la popolazione Hamer, che abita la Valle dell’Omo.
Attraverso il progetto Mille Battute ho la possibilità di occuparmi del viaggio in tutti i suoi aspetti: la scoperta di nuove mete, il viaggio esplorativo, la costruzione dell’itinerario e infine accompagnare viaggiatori in varie destinazioni.
Mi sento a mio agio in Etiopia, Mauritania, India, Tibet ma sono sempre impegnato a scoprire nuovi luoghi.
In viaggio amo vivere e far vivere emozioni legate al contatto con le popolazioni locali, così che tutti possano tornare arricchiti e con vedute più ampie e costruttive.
Lo spirito della scoperta, della condivisione e dell’adattabilità dovrebbero diventare una nuova e più solida base della nostra società.

NOTE TECNICHE

1 – PENALI DI ANNULLAMENTO
Nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio per mancanza, invalidità o inesattezza dei previsti documenti personali per l’espatrio.
Rimarranno sempre a carico del viaggiatore il costo individuale di gestione pratica, il corrispettivo di coperture assicurative ed altri servizi eventualmente già resi.
Il calcolo dei giorni per l’applicazione delle penali di annullamento inizia il giorno successivo alla data di comunicazione della cancellazione e non include il giorno della partenza.

PENALI DI ANNULLAMENTO standard
25%   della quota fino a 90 gg di calendario prima della partenza
50%   della quota da 89 a 60 gg di calendario prima della partenza
90%   della quota da 59 a 30 gg di calendario prima della partenza
100% della quota dopo tali termini

Oltre alle previste penali di cancellazione sarà addebitato un importo fisso di 50 euro per la gestione pratica “rinuncia al viaggio”.
Le penali applicate a noi dai singoli fornitori potrebbero in alcuni casi eccedere le “PENALI ANNULLAMENTO standard”. Queste specifiche sono comunicabili, su richiesta, al momento della stipula del contratto di viaggio.
Al momento dell’iscrizione al viaggio sarà possibile stipulare una polizza assicurativa (facoltativa) contro le penali derivanti dalla rinuncia alla partecipazione al viaggio stesso, secondo le condizioni generali previste dalla polizza della Compagnia di Assicurazione scelta. Le condizioni della polizza sono consultabili sul nostro sito e vi verranno inviate via mail.

2 – VOLI AEREI - specifiche
L’orario dei voli è soggetto a riconferma e suscettibile di cambiamenti operativi anche senza congruo preavviso.
La quota di partecipazione al viaggio è stata calcolata includendo il costo del volo con la miglior tariffa disponibile in classe Economy al momento della stesura del programma. Eventuali supplementi tariffari, ove necessari, verranno comunicati in fase di preventivo precedentemente alla stipula del contratto

3 – ADEGUAMENTO VALUTARIO E COSTO CARBURANTE
Il prezzo del pacchetto turistico è indicato nel contratto firmato dal partecipante. Esso può essere modificato fino a 21 giorni precedenti la data di partenza e soltanto a seguito di variazione di:
Costi di trasporto, incluso il costo del carburante.
Tassi di cambio applicati al pacchetto in questione.
Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi ed al costo dei servizi in vigore alla data di pubblicazione del programma.

4 – HOTEL E ITINERARI
Per questioni tecnico-organizzative potrebbe succedere che l’itinerario venga invertito o l’ordine delle visite modificato, che gli operativi aerei siano variati o che un hotel possa essere sostituito con un altro di pari categoria, mantenendo comunque integro il contenuto del viaggio.
Le conferme definitive di hotel e orari volo verranno inviate via mail unitamente a tutti i documenti di viaggio.

LADAK sul tetto del mondo tour 15 - 28 giugno

Destinazioni Terra Ferma

Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
LADAK sul tetto del mondo 15 - 28 giugno 14 3.980 € Alta
INDIA mondo invisibile 10 - 22 novembre - 3.400 € Alta
KUMBH MELA centro spiritualità 24 gen - 4 feb - 3.770 € Alta
INDIA leopardo delle nevi 09/02/25 - 4.650 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
OmoSurma ETIOPIA dal 27 ott. al 10 nov. 15 4.150 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
BOTSWANA Natura Selvaggia 22 ott. - 2 nov. - 4.790 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ARGENTINA magica Puna 5 - 23 agosto 19 5.690 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
MAURITANIA dal sahara all'oceano dal 5 al 16 dicembre - 2.630 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
PAKISTAN crocevia dell’Asia dal 26 dic. al 6 genn. - 2.550 € Alta
Destinazione Partenza Durata Prezzo Dispo
ALGERIA magia del Tassili 25 sett. - 4 ott. 10 2.460 € Alta

Esplora, Viaggia e Naviga con Noi